Mindfulness ovvero Consapevolezza Cosciente è la capacità umana di base di essere pienamente presenti, consapevoli di dove siamo e cosa stiamo facendo, e non eccessivamente reattivi o sopraffatti da ciò che accade intorno a noi.

La Consapevolezza Cosciente è una qualità che ogni essere umano possiede già, non è qualcosa che si deve evocare, bisogna solo imparare ad accedervi.

trees-in-park-257360.jpg

Consapevolezza. È una parola abbastanza semplice. Suggerisce che la mente è pienamente presente a ciò che sta accadendo, a ciò che si sta facendo, allo spazio in cui ci si muove; cioè è Cosciente! Questo potrebbe sembrare banale, se non fosse per il fatto fastidioso che spesso ci "allontaniamo" da quello a cui stiamo dando la nostra attenzione. La nostra mente prende il volo, perdiamo il contatto con il nostro corpo, e ben presto siamo assorti in pensieri ossessivi su qualcosa che è appena successo o ci preoccupiamo del futuro. E questo ci rende ansiosi.

Eppure, non importa quanto ci allontaniamo, la consapevolezza è proprio lì per riportarci indietro a dove ci troviamo, e a quello che stiamo facendo e percependo. Se volete sapere cos'è Mindfulness - la Consapevolezza Cosciente, è meglio provarla per un pò. Dal momento che è difficile da descrivere a parole, troverete leggere variazioni nel significato in libri, siti web, audio e video.

Screen Shot 2021-08-27 at 14.17.15.png

Alcuni pratiche di Mindfulness - Consapevolezza Cosciente

Mentre la consapevolezza è innata, può essere coltivata attraverso tecniche collaudate. Ecco alcuni esempi:

 

1. Meditazione seduta, camminata, in piedi e in movimento (è possibile anche da sdraiati, ma spesso porta al sonno);

2. Brevi pause che inseriamo nella vita quotidiana;

3. Fondere la pratica della meditazione con altre attività, come lo yoga o lo sport.

I Benefici di Questa Pratica:

Quando meditiamo non aiuta fissarsi sui benefici, ma piuttosto praticare semplicemente. Eppure, i benefici ci sono, altrimenti nessuno lo farebbe!

 

Quando siamo consapevoli, riduciamo lo stress, miglioriamo le prestazioni, guadagniamo intuizione e consapevolezza. Inoltre osservando la nostra mente aumentiamo la nostra attenzione verso il benessere degli altri.

 

Praticare Mindfulness; la Consapevolezza Cosciente ci dà "un momento" nella nostra vita in cui possiamo sospendere il giudizio e liberare la nostra naturale curiosità sul funzionamento della mente, avvicinandoci alla nostra esperienza con gentilezza verso noi stessi e gli altri.

8 Fatti Sulla Mindfulness

1. La consapevolezza non è oscura o esotica. Ci è familiare perché è ciò che già facciamo, come siamo già. Prende molte forme e ha molti nomi.

2. La consapevolezza non è una cosa speciale aggiunta che facciamo. Abbiamo già la capacità di essere presenti, e non ci richiede di cambiare chi siamo. Ma, possiamo coltivare queste qualità innate con semplici pratiche che hanno dimostrato scientificamente di beneficiare noi stessi, il mondo intero, i nostri cari, i nostri amici e vicini, le persone con cui lavoriamo e le istituzioni e organizzazioni a cui partecipiamo.

3. Non è necessario cambiare. Le soluzioni che ci chiedono di cambiare chi siamo o di diventare qualcosa che non siamo hanno fallito più e più volte. La Mindfulness riconosce e coltiva il meglio di ciò che siamo come esseri umani.

4. La Mindfulness ha il potenziale per diventare un fenomeno sociale trasformativo. Ecco perché:

 

5. Chiunque può farlo. La pratica della Mindfulness coltiva qualità umane universali e non richiede a nessuno di cambiare le proprie convinzioni. Tutti possono beneficiarne ed è facile da imparare.

6. È un modo di vivere. La Mindfulness è più di una pratica. Porta consapevolezza e cura in tutto ciò che facciamo e riduce lo stress inutile. Anche solo praticarne un pò rende la nostra vita migliore.

7. È basata sull'evidenza. Non dobbiamo prendere la Mindfulness per fede. Sia la scienza che l'esperienza dimostrano i suoi benefici per la nostra salute, felicità, lavoro e relazioni.

8. Accende l'innovazione. Mentre affrontiamo la crescente complessità e incertezza del nostro mondo, la consapevolezza può condurci a risposte efficaci, resilienti e a basso costo a problemi apparentemente intransigenti.

La Consapevolezza Non è Tutta Nella Tua Testa

Quando pensiamo alla Mindfulness e alla meditazione (con la M maiuscola), potremmo rimanere bloccati nel dare la nostra attenzione ai nostri pensieri: stiamo per eseguire qualcosa in merito a quello che succede nella nostra testa. È come se i nostri corpi fossero solo degli scomodi sacchi che il nostro cervello si porta dietro.

La meditazione non inizia e finisce nel corpo. Si tratta tuttavia di prendere del tempo per prestare attenzione a dove siamo e cosa sta succedendo, e questo inizia con l'essere consapevoli del nostro corpo

Questo stesso atto può essere calmante, poiché il nostro corpo ha dei ritmi interni che lo aiutano a rilassarsi se gliene diamo la possibilità.

​​Come Praticare la Meditazione Seduti

Ecco una pratica di postura che può essere usata come fase iniziale di un periodo di pratica di meditazione o semplicemente come qualcosa da fare per un minuto, magari per stabilizzarsi e trovare un momento di relax prima di tornare nella mischia. Se hai ferite o altre difficoltà fisiche, puoi modificare questa pratica per adattarla alla tua situazione.

1. Prendi posto. Su qualsiasi cosa tu sia seduto - una sedia, un cuscino da meditazione, una panchina del parco - trova un posto che ti dia una seduta stabile e solida, non appollaiata o appesa all'indietro.

2. Nota cosa fanno le tue gambe. Se sei su un cuscino sul pavimento, incrocia le gambe comodamente davanti a te. (Se fai già qualche tipo di postura yoga seduta, vai avanti.) Se sei su una sedia, è bene che la pianta dei tuoi piedi tocchi il pavimento.

3. Raddrizza - ma non irrigidire - la parte superiore del corpo. La spina dorsale ha una curvatura naturale. Lascia che ci sia. La testa e le spalle possono riposare comodamente sopra le vertebre.

4. Posiziona la parte superiore delle braccia parallelamente alla parte superiore del corpo. Poi lasciate che le vostre mani cadano sulla parte superiore delle vostre gambe. Con le braccia ai fianchi, le tue mani atterreranno nel punto giusto. Troppo in avanti vi farà gobbare. Troppo indietro vi farà irrigidire. State armonizzando le corde del vostro corpo: non troppo strette e non troppo allentate.

5. Abbassa un po' il mento e lascia che il tuo sguardo cada dolcemente verso il basso. Puoi lasciare che le tue palpebre si abbassino. Se ne senti il bisogno, puoi abbassarle completamente, ma non è necessario chiudere gli occhi quando mediti. Puoi semplicemente lasciare che ciò che appare davanti ai tuoi occhi sia lì, senza concentrarti su di esso.

6. Sii lì per qualche istante. Rilassatevi. Ora alzati e vai avanti con la tua giornata. E se la prossima cosa all'ordine del giorno è fare un po' di pratica di Consapevolezza Cosciente prestando attenzione al tuo respiro o alle sensazioni nel tuo corpo, hai iniziato con il piede giusto - e le mani e le braccia e tutto il resto anche.

7. Comincia di nuovo. Quando la tua postura è stabilita, percepisci il tuo respiro - o alcuni dicono "seguilo" - come esce e come entra. (Alcune versioni della pratica mettono più enfasi sul respiro in uscita, e per il respiro in entrata si lascia semplicemente una pausa spaziosa). Inevitabilmente, la tua attenzione lascerà il respiro e vagherà in altri luoghi. Quando ti accorgi di questo - pochi secondi, un minuto, cinque minuti - riporta la tua attenzione al respiro. Non preoccuparti di giudicarti o di ossessionarti sul contenuto dei pensieri. Torna indietro. Te ne vai e poi torni!

8. Questo è quanto. Questa è la pratica. Spesso si dice che è molto semplice, ma non è necessariamente facile. Il lavoro consiste nel continuare a farlo. I risultati matureranno.

Contattateci

Grazie per averci contattati

House with Red Door